Prenditi cura...

...della tua salute fisica

Logo MassMed

Contatto MASSMED

Per consigli o maggiori informazioni riguardo ai massaggi medicali fissa un appuntamento. Sapremo consigliarti i prodotti più appropriati per prenderti cura del tuo corpo!

N.B.: È preferibile fissare un appuntamento per ricevere i nostri massaggi, alfine di poterti dare il massimo delle attenzioni.

I nostri prodotti

Macchinari e tecniche utilizzateMassMed

  • Ultrasuonoterapia

  • Gli ultrasuoni fanno parte degli apparecchi utilizzati nella terapia fisica (nello specifico si parla di elettroterapia), prevalentemente come metodo antinfiammatorio. Attraverso gli ultrasuoni si è in grado di lavorare su strutture interne (profonde fino a 4 cm) o articolazioni in maniera diretta.
    Spesso vengono abbinate ad altre tecniche manuali per disinfiammare tendini/legamenti o strutture coinvolte nei processi flogistici, risultando quindi un ottimo complemento alla terapia più classica. Addio infiammazioni!

  • Impacchi curativi

  • Gli impacchi curativi possono essere effettuati a differenti temperature a dipendenza della problematica trattata, da molto caldi (fino a 50-60°C) a piuttosto freddi (intorno ai 18-20°C).
    Possono essere effettuati con l’argilla, con degli oli essenziali o degli estratti di Fiori di Fieno e completano solitamente il trattamento di massaggio o preparano la zona su cui poi si può lavorare.

  • Termoterapia/Idroterapia

  • Termoterapia

    Generalmente la termo/idroterapia si divide in due categorie come gli impacchi: quella fredda e quella calda.
    Viene effettuata prevalentemente con l’acqua come vettore.
    Alcuni esempi di termo/idroterapia sono:
    - idroterapia secondo Kneipp (terapia fredda)
    - applicazioni di para-fango o “rotolini” localizzati (terapia calda)
    - crioterapia (terapia molto fredda)
    - maniluvi/pediluvi con Fiori di Fieno (terapia calda o fredda a dipendenza della problematica)

I nostri serviziMassMed

  • Massaggio classico Terapeutico

  • Mass terapeutico

    A chi non è mai capitato di avere dei dolori muscolari?
    Spesso chi si reputa in perfetta salute, si limita ad arginare o ignorare quello che il proprio corpo gli indica; lo stress e lo stile di vita frenetico odierni ci obbligano quasi ad essere in perfetta salute, ma non sempre è così!
    Molte persone tendono a trascurare indolenzimenti, distorsioni, contusioni, piccoli traumi che portano con il tempo all’irrigidimento generalizzato di tutto il nostro corpo.
    Quando si ha dolore o incapacità funzionale in una zona si attuano dei meccanismi di difesa, che a lungo termine deteriorano, comportando un accumulo di acido lattico all’interno dei tessuti, i quali formano un edema più o meno localizzato, questo blocca la circolazione linfatica e cardiovascolare, vi è un aumento dell’acidità e del pH fisiologici, quindi si viene a generare più facilmente uno stato di infiammazione,….in sostanza si crea un sistema circolare, come un cane che si morde la coda! Uscire da questo circolo vizioso però si può: i benefici di un massaggio terapeutico mirato sono conosciuti e sfruttati da anni per migliorare il benessere. Diminuire l’affaticamento muscolare, alleviare i dolori, aiutare il recupero muscolare grazie al rilassamento della muscolatura stessa ed all’aumento dell’apporto sanguigno ai tessuti migliora lo stato di salute di una persona.
    Il massaggio classico Terapeutico: un momento per prendersi cura di se stessi, un atto di amore verso il proprio corpo e di benessere generalizzato, anche quando la natura dei problemi è somatica!

  • Massaggio del tessuto Connettivo

  • Massaggio connettivo

    Il massaggio del tessuto Connettivo, questo sconosciuto!
    Fa parte delle tecniche cosiddette “riflesse” ed esistono degli schemi di trattamento sviluppati in base a delle aree dorsali (aree di Head) oppure ventrali (aree di Jarricot).
    Ogni organo interno viene riflesso a livello cutaneo, questo significa che, sempre a livello riflesso, si può lavorare queste zone, in maniera da riequilibrare l’organo stesso e dare un sostegno alla terapia effettuata. Un classico esempio di applicazione è nei casi di insufficienza circolatoria venosa.
    Vi è tuttavia una indicazione ed un utilizzo ancora più eclatante a livello locale.
    Le cicatrici spesso formano delle aderenze e non guariscono correttamente, possono formare dei cheloidi o lasciare dei veri e propri solchi che non solo sono antiestetici, ma spesso risultano pure dolorose o limitano i movimenti se posizionate a livello articolare. Con il massaggio del tessuto connettivo si mobilizzano e riequilibrano i tessuti, andando a rigenerarli per donare una migliore elasticità e mobilità, facendola scomparire più velocemente.
    Un ulteriore problema che può essere risolto o quanto meno affrontato, è la diminuzione di sensibilità postoperatoria: con degli stimoli mirati e localizzati si può in molti casi migliorare la sensibilità tattile e dolorosa intaccata.
    Il massaggio del Tessuto Connettivo: una tecnica usata per combattere aderenze, alterazioni tissutali superficiali dolenti (cui fa parte anche la cellulite), di cui tutti soffriamo senza nemmeno accorgercene!

  • Riflessologia Plantare secondo Hanne Marquardt

  • Riflessologia plantare

    Il piede è una delle parti del corpo più importante del corpo umano: sostiene il nostro peso corporeo, ci fa muovere e ci permette di approcciarci ad una persona che non ama essere toccata.
    Ogni modifica strutturale o funzionale a livello del nostro corpo, che sia piccola o grande, è rilevabile a livello del piede e consiste in un’ottima indicazione ad un trattamento tramite riflessologia plantare.
    Questa particolare tecnica riflette sul piede e su parte della gamba tutto il corpo umano: quando il problema riguarda i sistemi interni o semplicemente è troppo dolorosa da trattare direttamente in loco, si utilizza molto ed è inoltre la più importante e diffusa delle cosiddette “tecniche riflesse”.
    Dopo aver individuato con l’anamnesi le zone sintomatiche o correlate (quelle che con altissima probabilità presenteranno delle alterazioni anche a livello plantare), si eseguono dei tratti armonizzanti e riequilibranti per preparare il tessuto, solo allora si passa al trattamento vero e proprio: si possono stimolare o sedare degli organi o un insieme di apparati, si può lavorare sul rilassamento psico-fisico tramite delle prese ferme oppure utilizzando le “prese armonizzanti” tipiche di questo metodo.
    Anche in situazioni di particolare stress emotivo, forti dolori generalizzati, fibromialgia o altre problematiche somatiche e non solo fisiche, la riflessologia plantare si è dimostrata utile a lenire il dolore e le tensioni con un trattamento specifico.
    È stato dimostrato che anche le persone con limiti funzionali, motori o neurologici (come ad esempio persone paraplegiche) traggono molto beneficio dai trattamenti di riflessologia plantare, pur non sentendone direttamente l’effetto pressorio, ma mostrando evidenti reazioni incontrollabili motorie al trattamento stesso.
    La riflessologia plantare: un metodo avvolgente che lavora sulla radice del nostro “albero corporeo”!

  • Drenaggio Linfatico Manuale o Linfodrenaggio

  • Linfodrenaggio

    La tecnica del linfodrenaggio manuale è sicuramente quella più delicata e piacevole da ricevere.
    Sviluppata negli anni ’30 del 1900, rimane tutt’oggi la tecnica manuale più utilizzata ed efficace in molte casistiche.
    Classicamente è la prima forma di terapia, che si può effettuare dopo interventi di qualsiasi natura che di solito generano degli edemi postoperatori (già dopo poche ore o giorni a seconda dei casi), distorsioni articolari, fratture ossee, ristagni linfatici o liquidi all’interno dei tessuti, edemi di varia natura (postoperatori, ortostatici, gravidici, dovuti alle temperature calde estive,…).
    Il Linfodrenaggio viene utilizzato anche molto spesso per stimolare il sistema immunitario (soprattutto in inverno quando le malattie da raffreddamento o simili proliferano) poiché ci lavora in maniera diretta, andando a stimolare la produzione dei linfociti a livello delle stazioni linfonodali, che sono importantissimi per il nostro sistema di difesa. E’ possibile, grazie al linfodrenaggio (ad esempio al viso) guarire più rapidamente da un brutto raffreddore o avere meno problemi di sinusiti o infiammazioni croniche, per esempio.
    In alcuni casi, ove prescritto dal medico, è possibile effettuare anche un bendaggio compressivo per aumentare l’efficacia del drenaggio linfatico manuale.
    Un altro esempio eclatante è dato dai grossi ematomi: con pochissimi trattamenti è possibile dimezzare o anche più i tempi di riassorbimento completo, con una forte diminuzione del dolore ed un miglioramento anche dei movimenti articolari.
    Il Linfodrenaggio manuale: la tecnica “regina” per combattere gonfiori e sensazioni di pesantezza!

  • Massaggio sportivo

  • Massaggio sportivo

    Gli sportivi professionisti sono spesso affiancati da un terapista o un équipe medica che si occupa di ogni loro bisogno o dolore… Ma chi invece effettua sport come hobby nel tempo libero?
    Malgrado la maggior parte delle tecniche derivino dal massaggio classico, nel massaggio sportivo vengono effettuate manovre più specifiche, la zona su cui si lavora è più ridotta (mirata al problema) ed inoltre risulta in genere più dinamico.
    Il massaggio sportivo si divide in due principali tipologie: il massaggio “pre-gara”, che viene effettuato pochi minuti prima dell’attività sportiva, per stimolare e tonificare la muscolatura ed il massaggio “post gara” o defaticante (da 1 a 24/48 ore dopo un allenamento o gara), che invece serve a diminuire i tempi di recupero della muscolatura stessa, smaltire eventuali cataboliti prodotti con l’attività fisica ed a prevenire danni sia a livello muscolare che articolare.
    Sono proprio le persone che effettuano sport nel tempo libero o a livello hobbystico, che si dimenticano di avere bisogno di prendersi cura della propria muscolatura, che spesso viene troppo sollecitata anche nel quotidiano, senza avere mai modo di rigenerarsi a sufficienza.
    Massaggio sportivo: per chi ha bisogno di far riprendere il proprio corpo dall’attività sportiva o di prepararlo agli allenamenti!

La responsabile dei massaggi medicali

- Sabrina Arnoffi, responsabile
con l’integrazione di nuove tecniche di massaggio, amo offrire alla mia clientela un trattamento terapeutico efficace ed eseguito su misura.
 

L’utilizzo di prodotti adeguati al caso mi permettono di soddisfare i bisogni degli utenti nel migliore dei modi, uniti alla tecnica più adatta.

Questo sito potrebbe utilizzare Cookies propri e/o di terze parti. Continuando la navigazione, acconsenti l'utilizzo degli stessi.